Educazione Attiva all'Aperto

Outdoor Education

L’educazione attiva all’aperto, o outdoor education, come viene definita a livello internazionale, corrisponde a un approccio pedagogico orientato a favorire le esperienze educative in contesti naturali a diretto contatto con la natura. Si attribuisce allo spazio esterno un valore educativo, come luogo naturale ricco di stimoli, facilitatore di esperienze e di conoscenze. Gli spazi esterni, giardini, cortili e terrazze con le loro caratteristiche e l’attenzione che l’adulto pone nella cura dello spazio, diventano luoghi privilegiati di molteplici percorsi educativi che favoriscono acquisizione di abilità e competenze motorie, cognitive, relazionali, affettive.

Il contatto dei bambini e delle bambine con la natura mette in moto tutti i loro sensi, educa la loro capacità di pensiero e stimola la loro intelligenza. Stare all’aperto, fin dai primi anni di vita, offre un contesto educativo nel quale sviluppare un buon rapporto con la natura nella prospettiva di crescere, insieme alle famiglie, una generazione futura più attenta alla relazione con l’ambiente per godere della sua bellezza e dei sui benefici.

Nei nidi e nelle scuole del Comune di Firenze da molti anni si è diffusa la cultura dell’educazione attiva all’aperto attraverso esperienze condivise e formazioni specifiche.
Ogni giorno anche nella stagione invernale i bambini e le bambine possono fare esperienze educative nei giardini e nei cortili di nidi e scuole dell’infanzia, partecipando ad attività e proposte differenziate, nel rispetto della loro curiosità, autonomia, desiderio di scoperta e esplorazione. Sempre con più convinzione le proposte educative all’aperto sono diventate negli anni il terreno su cui sono cresciute e maturate nuove riflessioni pedagogiche, lo sviluppo dell’autonomia dei bambini e delle bambine, il rischio come opportunità di crescita, lo sviluppo delle competenze, l’importanza del rapporto con la natura, sul ruolo dell’adulto/a educante. Le attività che si fanno all’aperto con gli elementi della natura, diventano una ricchezza anche per laboratori negli spazi interni attraverso ricerche, osservazioni, sperimentazioni possibili. In questa prospettiva lo spazio esterno e interno acquistano pari dignità educativa in un’ottica di continuità tra il dentro e il fuori e viceversa.

Di seguito è possibile vedere esperienze e progetti realizzati nei nidi e nelle scuole dell’infanzia comunale di quotidiane e straordinarie esperienze di educazione attiva all’aperto.

Il Pollicino verde è un progetto rivolto alle famiglie con bambin* nella fascia 0-6 anni che ha lo scopo di diffondere conoscenze e pratiche di educazione attiva all’aperto, in una prospettiva di condivisione di valori sui temi della natura, del rispetto dell’ambiente, del piacere e della riscoperta della vita all’aperto.
Valorizzare lo scambio e il confronto con le famiglie è fondamentale per creare una vera comunità educante, che accresca il senso di appartenenza e si estenda oltre la soglia del nido e della scuola. Le famiglie hanno sempre più bisogno di ritrovare occasioni per stare insieme ai loro figlie alle loro figlie in ambienti curati e adeguati dove poter vivere esperienze semplici e significative che favoriscano e restituiscano un senso di comunità. Esperienze come il Verde++ e Pollicino Verde hanno contribuito in questi ultimi anni a diffondere cultura e conoscenza sulle opportunità che l’ambiente esterno può offrire, proponendo occasioni di incontro sia all’interno dei giardini dei nidi e delle scuole dell’infanzia, ma anche in altri luoghi della città come: biblioteche, musei e parchi cittadini.

Sono online le Linee guida verdi 06 elaborate dal Coordinamento pedagogico in collaborazione con il personale dei servizi educativi e delle scuole dell'infanzia con l'obiettivo di sottolineare  il valore educativo del rapporto tra bambini/e e natura attraverso proposte di esperienza all'aperto pensate e progettate per loro e condivise con le famiglie.

Scroll to top of the page